Volley, Modena dieci e lode: primato solitario

Una squadra sola al comando. Nella SuperLega di volley Modena torna a pregustare il brivido d’alta quota, mentre Trento cade a Molfetta. Verona peggiora la crisi di Piacenza, Treia quella di Padova. Perugia soffre, ma sconfigge Latina

di Gabriele Farina

(fonte immagine: olimpiazzurra.com)

(fonte immagine: olimpiazzurra.com)

DIECI E LODE – Sul parquet di Monza la squadra di Lorenzetti ha ottenuto il decimo successo “netto”. È stata un’affermazione difficile, maturata nei primi due set ai vantaggi (26-24 27-20). In evidenza il giovane schiacciatore nipponico Yuki Ishikawa. Il giapponese, chiamato a sostituire N’Gapeth, ha messo a terra quattordici palloni con il 62% in attacco.

Con questo successo i gialloblù sono saliti a quota trentanove in classifica. Domenica 1, al PalaPanini, c’è in programma un’altra gara contro una formazione lombarda: Milano, ultima, che ha osservato un turno di riposo. Sarà ferma ai box, invece, la formazione di Oreste Vacondio, rimasta a dodici punti.

ADRENALINICO SALISCENDI – Molfetta ha trovato il quarto successo di fila battendo Trento al termine di una gara vibrante. Perso il primo set a venti, i pugliesi allenati da Vincenzo Di Pinto non hanno mollato. Anzi. Nei due seguenti parziali hanno ribaltato la gara (25-20 25-22), prima di subire la riscossa ospite. Il quinto set è stato una maratona, conclusasi 22-20 per i padroni di casa, dopo che i quattro volte campioni del mondo stava conducendo per 10-9. In evidenza Alen Sket con ventiquattro punti, di cui quattro ottenuti dal servizio. Saranno undici gli ace di squadra.

Superata la prova di maturità, i baresi faranno visita a un’altra squadra carica: Latina. Con una vittoria da tre punti ci sarebbe anche l’aggancio al settimo posto in classifica. Per Trento l’occasione di riscatto si chiama Verona.

LA SORPRESA MANCATA – I campioni d’Italia della Lube hanno dovuto faticare in apertura per espugnare Padova. I veneti, infatti, hanno conquistato il primo parziale, chiuso a ventuno. Tanti saranno anche i punti di Dusan Bonacic, miglior marcatore dell’incontro (con sei muri), che ha dato la scossa ai marchigiani. Treia ha vinto il secondo parziale (25-20), soffrendo nelle parti centrali del terzo e del quarto. Due set vinti (25-20 e 25-22) e tre punti portati a casa.

I biancorossi si confermano terzi, in coabitazione con Verona. Finisse oggi il campionato, gli scaligeri sarebbero dietro in virtù di un peggiore quoziente set (1,94 a 2,12). Treia cercherà il secondo successo consecutivo al PalaCivitanova contro Ravenna. Per Padova trasferta delicata sul parquet di Perugia, vicecampione in carica.

QUESTIONE DI COLORE? – C’è un’altra squadra gialloblù che esulta ed è Verona. La formazione guidata dall’ex canarino Andrea Giani ha superato 3-1 Piacenza. Un esito che vale un doppio poker. Per i padroni di casa s’è trattato del quarto successo di fila, per gli emiliani del quarto ko consecutivo. I veneti non perdono dal 3-2 di Modena della penultima giornata del girone d’andata. Curiosamente, è stata l’unica vittoria da due punti per la squadra che ha conquistato l’ultima Coppa Italia (l’undicesima nella storia del club). I “cugini” biancorossi sono stati in gara nel secondo set, vinto ai vantaggi (27-25) dopo trentuno minuti di gioco.

Piacenza cercherà d’invertire la rotta contro Città di Castello/San Sepolcro. Gli scaligeri sono alla caccia della “manita” sul parquet di Trento, che li precede di sei punti.

CENTOQUARANTA MINUTI E OLTRE – Perugia si conferma la quinta forza del campionato, ma quanta fatica. Gli umbri hanno impiegato due ore e ventitre primi per superare la resistenza di Latina. Archiviato il primo set (25-21), i padroni di casa si sono fatti sorprendere da due parziali fotocopia. Nel quarto la reazione (25-19), prima della conquista del tie-break ai vantaggi. Miglior marcatore dell’incontro Aleksandar Atanasijevic, ormai non più una sorpresa, con trentotto punti, di cui trentaquattro attacchi.

La squadra di Nikola Grbic ricercherà il bis al PalaEvangelisti contro Perugia. Per Latina il confronto interno con Molfetta.

RAVENNA RIMETTE LA FRECCIA – I romagnoli tornano al sesto posto in solitario superando 3-2 tra le mura amiche l’Altotevere. Un successo tutt’altro che scontato, quello contro gli umbri. Incassata la sconfitta nel primo set (25-19), i padroni di casa hanno pareggiato i conti con autorità (25-19) per poi passare in vantaggio a fatica (26-24). Tutto finito? Neanche per sogno. Gli umbri hanno piazzato un parziale di 8-3, andando avanti 16-7. Alla fine il set sarà chiuso a sedici. Al tie-break la partenza è subito netta … ma dall’altra parte della rete. Ravenna si è portata sul 12-11 e da allora non ha più subito un punto.

Si completa così il sorpasso su Latina, che aveva sconfitto i romagnoli nell’ultimo turno. Questi ultimi faranno visita ai campioni d’Italia della Lube, mentre gli umbri avranno una nuova trasferta, stavolta a Piacenza.

RISULTATI 16^ GIORNATA: Ravenna-Città di Castello/Sansepolcro 3-2, Padova-Treia 1-3, Verona-Piacenza 3-1, Perugia-Latina 3-2, Monza-Modena 0-3, Molfetta-Trento 3-2.

CLASSIFICA: Modena (15 partite) 39;  Trento (15) 37; Treia (14) e Verona (15) 31; Perugia (15) 29; Ravenna (15) 25; Latina (15) 24; Molfetta (15) 21; Piacenza (15) 18; Monza (15) 12; Città di Castello/Sansepolcro (14) 8; Padova (15) 7; Milano (14) 6.

PROSSIMO TURNO (domenica 1, ore 18): Piacenza-Città di Castello/Sansepolcro, Perugia-Padova, Modena-Milano, Latina-Molfetta (ore 17), Trento-Verona (sabato 31, ore 17.30).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...