Basket: Bologna e Cantù ai playoff, Pesaro si salva

L’ultima giornata della stagione regolare regala a Pesaro la permanenza in Serie A Beko mentre Cantù conquista il 7° posto e Bologna finisce ottava. Trento festeggia il quarto posto e viene premiata ai “LegaBasket Awards”. Venezia annuncia ufficialmente Aradori

di Giogia Limiti

L'esultanza dei giocatori di Pesaro per la conquista della salvezza

L’esultanza dei giocatori di Pesaro per la conquista della salvezza (fonte immagine: ilsussidiario.net)

LAQUINTON ROSS SALVA PESARO – Sono i ragazzi di coach Paolini, trascinati da un LaQuinton Ross superlativo,  ad uscire vincitori dallo scontro salvezza con la Pasta Reggia Caserta (80-70). L’ala statunitense, classe 1991, si congeda dai tifosi della Consultinvest Pesaro con 28 punti e 36 di valutazione che gli valgono, rispettivamente, il titolo di migliore realizzatore e quello di migliore valutazione della giornata. Arrivati ad un passo dalla salvezza, retrocedono invece gli uomini di Vincenzo Esposito.

BOLOGNA FINISCE OTTAVA,  A CANTÙ IL SETTIMO POSTO – Con la sconfitta a Trento (96-81) e la contemporanea vittoria di Cantù a Roma (75-78), la Granarolo Bologna stacca il biglietto per l’ultimo posto disponibile nella griglia playoff: incontrerà nel primo turno l’EA7 Emporio Armani Milano, che ha chiuso la regular season al primo posto con  26 vittorie e 4 sconfitte.

VENEZIA SI REGALA PIETRO ARADORI PER I PLAYOFF – Dopo aver chiuso con un perentorio 90-67 contro Capo d’Orlando, Phil Goss e compagni si preparano per i playoff con quello che può sicuramente essere definito un valore aggiunto:  la notizia era nell’aria da settimana ma l’ufficialità è arrivata soltanto ieri. L’Umana Reyer Venezia, che torna in post season dopo ben 33 anni,  ha ingaggiato Pietro Aradori. L’azzurro, reduce dall’esperienza in Spagna,  dovrà scontrarsi nel primo turno proprio contro Cantù, sua ex squadra.

L’AQUILA CONTINUA A VOLARE – Conquistare i playoff con il quarto posto in classifica, da neopromossa, dopo una stagione da 19 vittorie ed 11 sconfitte non è da tutti. Questa è la “favola” dell’Aquila Basket Trento, che dopo aver chiuso con la bella vittoria contro Bologna,  si prepara per ricevere al PalaTrento in gara-1 dei quarti di finale il Banco di Sardegna Sassari. A testimonianza dell’ottimo lavoro svolto fino ad ora, Tony Mitchell, coach Maurizio Buscaglia e Salvatore Trainotti sono stati premiati in occasione dei Lega Basket Awards rispettivamente come miglior giocatore, miglior allenatore e miglior dirigente dell’anno.
Sicuramente il giusto riconoscimento per il lavoro svolto costantemente nel corso dell’anno, sia dentro che fuori dal campo, come ha tenuto a sottolineare Trainotti quando gli è stato chiesto come si costruisce un fenomeno come Trento: “Innanzitutto partendo da una Lega forte. E poi con tanto lavoro, non solo dentro ma anche fuori dal campo, diventando una realtà sportiva importante per tutto un territorio in cui fino a qualche anno fa la pallacanestro non era certo sport di primaria importanza“.

I RISULTATI
Varese – Avellino 66-73
Cremona – Sassari 89-99
Pesaro – Caserta 80-70
Milano – Pistoia 78-77
Venezia – Capo d’Orlando 90-67
Reggio Emilia – Brindisi 67-63
Trento – Bologna 96-81
Roma – Cantù 75-78

PLAYOFF, GARA-1 QUARTI DI FINALE
(18-19 maggio ore 20.30)

Milano – Bologna
Trento – Sassari
Reggio Emilia – Brindisi
Venezia – Cantù

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...