Virtus Roma senza paura: Siena cade 84-75

Bella vittoria di Roma nell’ultima giornata del girone d’andata del campionato di A2 Ovest: Siena battuta con l’ennesima ottima prova di Brown

di Matteo Buccellato

roma-sienaSi chiude con una vittoria il 2016 della Virtus Roma, che al Palazzetto dello Sport vince la sfida dal sapore d’amarcord contro la Mens Sana Siena per 84-75 e si regala ancora qualche chance di accedere alla Coppa Italia di Serie A2. Al ritorno in campo dopo diciotto giorni di riposo, la squadra di Fabio Corbani ha convinto fornendo una buona prova e trovando un successo importante, dominando per larghi tratti nonostante il ritorno dei senesi che dal -17 sono riusciti a rientrare fino al -3. John Brown è una certezza con 27 punti, Massimo Chessa e Daniele Sandri spezzano rispettivamente gli equilibri difensivi perimetrali ed interni della squadra di Giulio Griccioli, Jacopo Vedovato finalmente si rivela determinante e tiene a perfezione l’enorme Myers. Con 13 gare giocate e 14 punti in classifica, ora Roma inizierà il 2017 sul campo di Ferentino.

LA PARTITA – Mani calde fin dall’inizio con Mike Myers che segna il primo canestro dell’incontro, Vedovato che regala il primo vantaggio ai capitolini e Jonathan Tavernari che va subito a segno dal perimetro in uscita dai blocchi. L’ex Flamini regala a Siena il momentaneo 10-12, ma la Virtus piazza un parziale di 10-0 che la porta sul 20-12. Chessa si scatena dall’arco con tre triple in rapida successione ed il terzo fallo fischiato a Myers priva la Mens Sana del suo principale punto di riferimento sotto canestro. Nei minuti finali del quarto è show romano: Sandri, Brown, Baldasso danno spettacolo e Roma chiude il primo quarto sul 34-19.

Harrell inaugura il secondo quarto ma Siena spreca dalla lunetta; Sandri riesce a spezzare la zona senese e la circolazione di palla dei romani torna a brillare. Raffa illumina con un assist no-look per Brown ed il rookie a stelle e strisce schiaccia per il +17 (44-27): la Virtus è in controllo del match e con Raffa trova solo il ferro sul tiro dell’eventuale +20. Siena prova a rilanciarsi e firma un parziale di 8-0 ma sulla sirena Brown schiaccia per il 46-35 per Roma con cui le squadre tornano negli spogliatoi. Siena torna in campo desiderosa di rimontare lo svantaggio e guidata da Tavernari torna fino al -5 (50-45). Corbani è costretto a chiamare timeout e Roma ne esce alla grande: parziale di 8-0 firmato dal trio Chessa/Brown/Raffa e Siena che torna sotto di 13 lunghezze (58-45).

I biancoverdi non mollano e trovano le energie per un controparziale di 10-0 che li porta sul -3 (58-55), ma la tripla di Raffa dà nuovo ossigeno alla Virtus. Saccaggi va a segno dalla distanza ma non basta: Brown è sempre il perno offensivo centrale dei capitolini e la tripla di Landi fissa il punteggio al 30’ sul 69-59 per i padroni di casa. Si gioca duro nell’ultimo quarto con tanti contatti fisici non fischiati dagli arbitri: ne pagano le conseguenze Landi e Vedovato, mentre Myers viene graziato in più occasioni. Con Harrell la Mens Sana torna fino al -6 (76-70), ma Sandri risponde trovando un canestro essenziale che vale il 78-70. Negli ultimi minuti preoccupa solo un leggero infortunio a Brown (crampi), mentre il possesso che potrebbe dare nuova linfa ai senesi fallisce miseramente. Raffa chiude il match a favore della Virtus, che vince con merito per 84-75.

IL COMMENTO – I trascorsi tra Roma e Siena rendono questa gara sempre un crocevia importante nel corso della stagione, un match molto sentito dalle rispettive tifoserie. I padroni di casa non hanno tradito le attese ed hanno fornito una buona prova, con lampi di ottimo basket giocato a ritmi frenetici. Non sorprende neanche più la prova di Brown, autore di 27 punti ed autentico dominatore d’area con 12/17 da due, mentre il 5/9 di Chessa (17 punti) dall’arco ha rimarcato l’equilibrio perimetrale che i romani sanno avere nel corso delle partite. Bravissimo Sandri nel gioco interno, spesso spezzando la zona biancoverde, mentre Raffa è autore di una prova da croce e delizia, tra 4 perse e 9 assist, con 15 punti a referto.

Ottima la prova di Vedovato, finalmente grintoso ed in fiducia, che ha collezionato 4 punti, 6 rimbalzi e 3 stoppate; ottimo il suo lavoro su Myers, un energumeno per stazza e fisicità rispetto al più longilineo ex Chieti. Landi emerge alla distanza e coglie ben 9 rimbalzi. Per Roma va a buon fine il primo di cinque match in diciotto giorni: neanche il tempo di brindare al nuovo anno che lunedì 2 gennaio si va sul campo di Ferentino nel recupero del match della 14° giornata. La Virtus sale a 14 punti in classifica ed in virtù dei due recuperi da disputare mantiene vive le speranze di qualificarsi per la Coppa Italia di categoria.

VIRTUS ROMA-SIENA 84-75 (34-19; 46-35; 69-59)
ROMA: Brown 27, Raffa 15, Benetti 2, Piccolo ne, Di Simone ne, Chessa 17, Sandri 12, Baldasso 3, Landi 4, Vedovato 4. All.: Corbani.
SIENA: Masciarelli ne, Harrell 15, Mascolo 6, Vildera 4, Saccaggi 7, Flamini 6, Bucarelli, Pichi, Myers 19, Tavernari 1. All.: Griccioli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...