La Virtus Roma supera Scafati 85-84 e vola in Coppa Italia di Serie A2

Nel recupero della 13ª giornata i capitolini battono in rimonta Scafati e si guadagnano la qualificazione alla Coppa Italia di Serie A2

di Matteo Buccellato

Anthony Raffa, mattatore della serata con 25 punti (fonte immagine: ufficio stampa Virtus Roma)

Anthony Raffa, mattatore della serata con 25 punti (fonte immagine: ufficio stampa Virtus Roma)

Grande vittoria della Virtus Roma , che nel recupero della 13ª giornata di Serie A2 Ovest sconfigge Scafati 85-84 e centra un’insperata qualificazione alla Coppa Italia di categoria. Un successo sofferto quello odierno, arrivato in rimonta dopo un match giocato a ritmi non altissimi che hanno a lungo premiato i campani. Roma ha chiuso tutti i parziali in svantaggio ed è riuscita a recuperare terreno nell’ultimo quarto, grazie alle triple di Chessa ed al lavoro meticoloso di Sandri e Raffa. Una Virtus dal cuore enorme stasera, con tanto coraggio e la consapevolezza di non mollare mai; neanche dopo il repentino infortunio di Brown, che abbandona il campo a metà del primo quarto. Ora Roma affronterà Casale Monferrato nel prossimo impegno di campionato mentre in Coppa Italia (3-5 marzo all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno) nei quarti di finale se la vedrà con Treviso.

LA PARTITA – Fantoni inaugura il match ma con Brown e Raffa la Virtus vola sull’8-4. La tripla di Naimy riavvicina Scafati, ma per Roma arriva subito una doccia fredda: un Brown già in versione ‘macina-punti’ (7 in meno di sette minuti di utilizzo) si scaviglia dopo aver segnato il canestro del 14-11 ed è costretto ad abbandonare il parquet. La Virtus subisce il colpo e va in tilt in difesa: i campani ne approfittano e vanno sul 17-22. I capitolini sparano malamente dalla distanza ed è Raffa a chiudere il primo quarto con il canestro del 19-22. Brown non rientra e le speranze della Virtus si aggrappano a Raffa e Landi, che con due triple spedisce la Virtus sul 37-30. Qui arriva un nuovo blackout, con Scafati che, trascinata da Fantoni, piazza un parziale di 9-0 che le regala nuovamente il vantaggio. Raffa è granitico dall’arco ma Johnson e Naimy riportano avanti Scafati. Il primo tempo si chiude con il terzo fallo di Landi, con Santiangeli che segna il libero del 40-45.

Al rientro dagli spogliatoi Scafati prova l’allungo trascinata da un Johnson autentico cannibale d’area, ma la Virtus con le unghie e con i denti rimane aggrappata al match, nonostante un sanguinoso quarto fallo di Landi. La tripla di Benetti vale il sorpasso del 58-56, ma un altro parziale di 9-0 ad opera dei gialloblu orienta il match verso Scafati. I liberi di Naimy valgono il +9 (60-69), con la tripla di Baldasso che vale il 63-69 del 30’. Chessa si scuote in apertura di ultimo quarto con due triple consecutive che valgono il -2 (69-71), ma Naimy risponde con la stessa moneta regalando a Scafati un nuovo +8 (69-77). Sandri prende in mano la squadra ma è ancora Chessa dalla distanza a firmare il -3 (76-79). Gli ultimi minuti sono al cardiopalma e Sandri ed uno stoico Raffa portano Roma avanti sull’82-81. Crow firma il contro sorpasso dei campani ma è Sandri a firmare l’85-84 che vale la vittoria. L’ultimo attacco di Scafati non sortisce effetto; la Virtus vince e può festeggiare la qualificazione in Coppa Italia.

IL COMMENTO – Questa Virtus Roma non molla mai, neanche quando tutte le circostanze portano ad uno scenario cupo. L’infortunio alla caviglia di Brown dopo a malapena cinque minuti di match è stato una doccia freddissima, privando la squadra di Fabio Corbani del suo principale riferimento offensivo e lasciando che Johnson potesse a lungo cannibalizzare l’area. Sandri è monumentale con 15 punti ed 8 rimbalzi, segnando il canestro decisivo (proprio lui che contro Legnano ed Eurobasket sbagliò il tiro della vittoria), ma Raffa è il paradigma dello stoicismo, trascinando Roma alla vittoria con 25 punti e rimanendo in campo nonostante una precaria forma fisica. Problemi alla schiena per Baldasso, mentre Chessa (7 assist) si anima nell’ultimo quarto firmando tre triple fondamentali.

Difficoltà per Vedovato contro Johnson, Benetti firma una prestazione robusta e va in doppia cifra (12 punti e 7/7 dalla lunetta), Landi si accende nel secondo quarto ma paga a caro prezzo una severa condotta arbitrale nei suoi confronti. La vittoria contro Scafati vale la qualificazione alla Coppa Italia, dove la Virtus affronterà Treviso nei quarti di finale; un obiettivo difficilmente immaginabile ad inizio stagione ma centrato con fatica e merito. L’unione fa la forza e Roma dimostra di essere un vero gruppo, capitanato da un impeccabile staff tecnico. In classifica i capitolini salgono  a quota 18 punti ed ora sono attesi dal match casalingo contro la Junior Casale, in programma domenica alle ore 17.

VIRTUS ROMA-SCAFATI 85-84 (19-22; 40-45; 63-69)
ROMA: Brown 7, Raffa 25, Benetti 12, Piccolo, Di Simone ne, Chessa 9, Sandri 15, Baldasso 5, Landi 10, Vedovato 2. All.: Corbani.
SCAFATI: Di Palma ne, Crow 5, Fantoni 13, Naimy 25, Ammannato 7, Panzini, Perez, Matrone ne, Santiangeli 10, Johnson 24. All.: Perdichizzi.

Annunci

4 risposte a “La Virtus Roma supera Scafati 85-84 e vola in Coppa Italia di Serie A2

  1. Pingback: Virtus Roma, il commento di una regular season |·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...