Virtus Roma, la rimonta non riesce: Tortona vince 89-98

Altra sconfitta per Roma che falcidiata dagli infortuni viene superata da Tortona. Dal -25 la rimonta sfuma sul -6, con Cosey decisivo per i piemontesi

di Matteo Buccellato

© Marta Bandino | Ghigliottina

© Marta Bandino | Ghigliottina

Secondo ko consecutivo per la Virtus Roma, che priva di Chessa e Benetti cede 89-98 a Tortona nel 20° turno di Serie A2 Ovest. I romani hanno pagato a lungo una difesa disattenta, con i piemontesi che non hanno risparmiato nulla nel tiro dal campo toccando anche il massimo vantaggio di +25 nel corso del terzo quarto. Nell’ultima frazione i capitolini hanno sfiorato una clamorosa rimonta grazie ad un parziale di 13-0, ma i sogni si infrangono sulla tripla di uno stellare Cosey da 36 punti totali. Da segnalare l’infortunio di Baldasso, che rischia di complicare ulteriormente il momento di Roma sotto la voce ‘assenze’. La classifica segna ancora 22 punti, mentre domenica c’è il derby laziale con Latina.

LA PARTITASanna apre il match ma Maresca bagna il suo ritorno in quintetto con il canestro del 2-2, prima che Tortona provi subito la fuga con la tripla di Ricci. Roma è molle in difesa e l’attacco dei piemontesi è oliato a perfezione: Ricci dal perimetro vale il 9-16 ma Brown e Raffa riescono ad accorciare fino al -1 (15-16), prima che si completi la pioggia di triple che la squadra di Cavina sciorina in scioltezza. Cosey e Sanna portano Tortona sul 23-32 del 10’, con il primo che inaugura il secondo quarto sempre dall’arco. L’ex Alviti segna il 25-37, con Roma che con Landi e Baldasso accenna una reazione tornando sotto di sei lunghezze (33-39). Ma è un ‘rientro’ illusorio: Tortona approfitta delle amnesie difensive dei capitolini e piazza un parziale di 13-0 che taglia le gambe alla Virtus, con ben 11 punti consecutivi di Cucci. La tripla di Greene chiude il primo tempo sul 36-55, con Tortona che al 20’ registra un mostruoso 10/12 da tre.

Sandri apre il terzo quarto ma per Roma non c’è speranza, cadendo sotto le triple di un Cosey da fantascienza che issa Tortona fino al +25 (50-75). La Virtus si aggrappa al tiro della lunetta, con Mascherpa che fissa il punteggio al 30’ sul 58-79. Emblematico dopo tre quarti il 15/17 dei piemontesi dalla distanza. Ma accade qualcosa: Tortona esce dal match e Roma, trascinata da Raffa, riesce a piazzare un micidiale parziale di 13-0 che la riporta clamorosamente sul -8 (73-81). Sale in cattedra Greene che riconduce Tortona sul +13 (73-86) ma ancora Raffa porta Roma sul -8 (80-88), con Maresca che rimarca fino al -6 (84-90). È la tripla di un Cosey che chiude il match con 36 punti a referto a segnare definitivamente il match, con il canestro dell’84-93. La Virtus non ne ha più a livello di energie fisiche e mentali e gli ultimi attacchi sono confusionari: Tortona passa 89-98.

IL COMMENTO – La seconda sconfitta consecutiva per Roma, dopo quella di sette giorni fa contro Biella, è figlia di una squadra troppo corta (pesano le assenze di Chessa e Benetti) e che ha peccato in difesa per troppo tempo. La prima metà di gioco, con i piemontesi liberi di tagliare l’area in due o di tirare dal perimetro piedi a terra, ha segnato il match; assenza di letture tattiche e mancanza di aggressività e fisicità hanno inciso in questa parte di gara, dove Ricci e Cucci hanno potuto dettare legge sotto le plance. E poi l’esplosione perimetrale di un Cosey da fantascienza (8/10 da tre) ha spazzato via le istanze romane, nonostante il clamoroso ritorno fino al -6 maturato nell’ultimo quarto.

Le rotazioni limitate hanno penalizzato Roma, che vede uscire per infortunio anche Baldasso (condizioni da valutare, con il mercato bloccato a causa della sentenza del BAT sul ‘caso Triche’). Brown registra l’ormai ‘classica’ doppia doppia (23 punti e 11 rimbalzi), mentre Raffa trascina Roma verso la (mancata) rimonta ma paga 7 palle perse. Maresca marchia il suo ritorno in campo con 12 punti, per una Virtus che paga la maggior freschezza e fisicità di Tortona, che domina a rimbalzo ben oltre il computo finale di 35 a 31. Da rimarcare ancora una volta l’atteggiamento del pubblico, che incoraggia la squadra anche sotto di oltre venti lunghezze e si infiamma nei momenti della tentata rimonta. Domenica prossima impegno sul difficile campo di Latina.

VIRTUS ROMA-TORTONA 89-98 (23-32; 36-55; 58-79)
ROMA: Brown 23, Raffa 25, Piccolo, Lentini, Maresca 12, Sandri 13, Baldasso 6, Landi 8, Vedovato 2, Di Simone ne. All.: Corbani.
TORTONA: Greene 14, Cosey 36, Alviti 5, Ricci 14, Sanna 10, Conti, Mascherpa 6, Garri, Apuzzo ne, Cucci 13. All.: Cavina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...