Virtus Roma, netta vittoria: Agropoli cade 73-85

Roma torna al successo trascinata da Brown e Raffa: ad Agropoli match dominato fin dalle prima battute

di Matteo Buccellato

© Marta Bandino | Ghigliottina

© Marta Bandino | Ghigliottina

Boccata d’ossigeno per la Virtus Roma, che al PalaCilento di Torchiara ritrova l’appuntamento con la vittoria dopo tre ko consecutivi domando Agropoli 73-85. I capitolini hanno dominato il match senza particolari patemi ed a risultare decisivi sono ancora i suoi due stranieri, Anthony Raffa e John Brown, il primo mortifero dalla distanza ed il secondo sempre più cannibale dell’area. Dopo la beffa di Latina serviva dare un segnale e la squadra non ha tradito le attese: domenica prossima sfida a Legnano al Palazzetto dello Sport, prima della kermesse bolognese della Coppa Italia LNP, dove Roma affronterà Treviso nei quarti di finale.

LA PARTITA – Roma parte forte e con il duo Brown-Raffa vola sull’1-7. Agropoli si porta sul -1 (6-7) grazie a Langford ma paga un’impostazione frettolosa delle azioni, che regala recuperi e punti ai romani. Con Vedovato la Virtus doppia i cilentani (9-18) e con Landi tocca il +15 (9-24). La tripla di Delas chiude il primo quarto sul 16-28 in favore di Roma, che non stacca il piede dall’acceleratore neanche in apertura di secondo quarto, quando con una tripla di Raffa torna sul +15 (18-33). Il match si fa più intenso e Agropoli non concretizza le varie seconde opportunità che ha sotto canestro e Roma, ancora con Raffa dalla distanza, vola sul 28-44. La tripla di Baldasso a fil di sirena regala alla Virtus un prezioso +18 (31-49), con cui le squadre tornano negli spogliatoi. Al rientro i capitolini volano subito sul +22 (33-53); la risposta di Agropoli è in due triple di Carenza, che con l’aiuto di Langford riesce a riportare i delfini sotto di ‘sole’ 14 lunghezze (50-64), prima che Raffa dalla distanza spari altri due siluri che valgono il 52-70 del 30′. L’ultima frazione vale solo per fissare il punteggio finale, che vede Roma sbancare il PalaCilento per 73-85.

IL COMMENTO – Un match senza storia quello odierno, con Roma che ha condotto le operazioni sin dalla palla a due. Eccessivo il divario tecnico, tattico e fisico tra le due squadre, con il solo Langford in grado di impensierire una Virtus ancora priva di Benetti e Chessa. Raffa (24 punti) è letale dall’arco (6/10), mentre Brown (19 punti) battaglia con il lungo cilentano ma sotto canestro rimane l’unico padrone. Landi sfiora la doppia doppia (15 punti ed 8 rimbalzi) e Vedovato con 6 punti dà un buon apporto alla causa. Equilibrio in attacco ed attenta fase difensiva: queste le due chiavi che hanno permesso a Roma di tornare al successo e di salire a quota 24 punti in classifica. Domenica prossima impegno casalingo contro Legnano.

AGROPOLI-VIRTUS ROMA 73-85 (16-28; 31-49; 52-70)
AGROPOLI: Langford 32, Delas 9, Silvestri ne, Santolamazza 7, Romeo 5, Contento 6, Bertolini ne, Amanti, Carenza 14, Lepre ne, Marra. All.: Finelli.
ROMA: Brown 19, Raffa 24, Piccolo, Lentini ne, Maresca 3, Sandri 8, Baldasso 10, Landi 15, Vedovato 6, Di Simone ne. All.: Corbani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...