Virtus Roma, cuore senza fine. Rimonta vincente su Legnano (84-82)

Una Virtus Roma dai due volti batte al Palazzetto Legnano 84-82 dopo esser stata sotto anche di 24 punti. Il prossimo fine settimana per la squadra di Corbani sarò tempo di Coppa Italia di Serie A2:  anche noi di Ghigliottina saremo presenti alla manifestazione 

di Matteo Buccellato

(fonte immagine: virtusroma.it)

(fonte immagine: virtusroma.it)

Strepitosa rimonta della Virtus Roma, che nella 23ª giornata di Serie A2 Ovest supera 84-82 Legnano e ribalta anche la differenza canestri con i lombardi dopo la sconfitta di un solo punto nella gara d’andata. I capitolini si sono resi protagonisti di un primo tempo inguardabile, in cui gli ospiti hanno toccato anche il +24 (19-43), per poi risalire la china tra la fine del secondo quarto e la terza frazione, con il primo aggancio a quota 63 trovato ad inizio ultimo quarto. Legnano spreca tanto e la Virtus non perdona, trascinata da una Raffa in crescendo e da un Maresca finalmente decisivo. Roma sale a quota 26 punti ed ora da venerdì prossimo sarà protagonista nella Coppa Italia LNP (partecipa anche Legnano, che affronterà Trieste), in programma il prossimo weekend alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO), dove saremo presenti anche noi di Ghigliottina. Per i capitolini impegno nei quarti di finale contro Treviso.

LA PARTITA – Il match parte a rilento, con entrambe le squadre che fanno fatica a trovare confidenza con il canestro. La tripla di Ihedioha vale il 3-7, Brown accorcia servito da Raffa ma con Raivio e Palermo i lombardi allungano fino al 7-19. Landi segna dal perimetro ma Martini risponde dalla stessa distanza, con la prima frazione che si chiude con Legnano avanti 11-24. È Raiviomania ad inizio secondo quarto, con Legnano che piazza un parziale di 9-0: la Virtus soccombe sull’11-33, Sandri prova a scuotere i suoi dall’arco ma Legnano continua a premere sull’acceleratore fino al 19-43.

Roma è spaesata, le squadre proseguono segnando a cronometro fermo e solo un parziale di 7-0 dei capitolini risveglia il pubblico del Palazzetto, con Raivio (27 punti già al 20’) che manda le squadre al riposo sul punteggio di 32-48. Al rientro dagli spogliatoi Roma si trasforma e piazza in apertura un parziale di 10-1 che la porta sul -7 (42-49): Baldasso e Raffa si infiammano dal perimetro, ai quali si unisce un Landi ispiratissimo che conduce la Virtus sul -6 (49-55). È Martini a suonare la carica per Legnano ma la tripla di Sandri e l’antisportivo fischiato a Maiocco, con seguenti liberi segnati da Raffa, portano Roma sul -1 (56-57). Ancora con Martini i lombardi riaccumulano distanza (56-63), ma con Landi e Raffa i capitolini chiudono al 30’ sotto di sole due lunghezze (61-63).

Brown trova il 63 pari ad inizio ultimo quarto ma Martini e Raivio confezionano un parziale di 8-0 che riporta avanti Legnano (63-71). Un antisportivo fischiato a Raffa rischia di compromettere la rincorsa romana ma l’italo-americano e Maresca trovano il -1 (72-73), mentre Baldasso impatta sul 75 pari. Gli ultimi minuti sono al cardiopalma e Roma opera il sorpasso del 77-75 con il suo capitano. Raivio e Palermo firmano i controsorpassi lombardi ma a sparigliare la concorrenza saranno le triple di Raffa e Maresca (84-82). Raivio, rullo compressore per tutto il match, fa 0/2 dalla lunetta, Brown commette una veniale infrazione di passi ma l’ultima azione di Legnano non sortisce effetto e Roma trova un clamoroso successo in rimonta.

IL COMMENTO – Una Virtus Roma in versione ‘Dr. Jekyll e Mr. Hyde’ quest’oggi: confusionaria ed impacciata nel primo tempo, sfrontata e determinata nella seconda metà di gara. Se Raivio ha dominato nei primi 20 minuti di gioco, segnando 27 dei suoi 34 punti totali, a risultare decisivo nel restanti 20 minuti è stato Raffa, che emerge alla distanza e chiude con 22 punti, 10 rimbalzi e 6 assist. Se Brown è stato chiuso in una morsa difensiva asfissiante, Landi ha spezzato gli ingranaggi difensivi dei lombardi con la sua indole perimetrale (19 punti, 4/7 da tre con 8 rimbalzi); ma a risaltare nel lottato finale è stato capitan Maresca (9 punti), finalmente determinante dopo un lungo periodo a metà tra assenze dal campo di gioco causa malattia e prove opache.

Sandri (10 punti, 7 rimbalzi e 5 assist) e Baldasso (12 punti e valido nello smorzare Raivio) tengono il campo per oltre mezz’ora ciascuno, mentre Chessa si rivede a referto ma ancora non trova il ritorno sul parquet. Da segnalare un’inquietante prova arbitrale, caratterizzata da fischi/non fischi osceni che penalizzano entrambe le squadre. Vittoria preziosa per Roma, che sale a 26 punti ed ora, prima della stracittadina con l’Eurobasket del 12 marzo, sarà impegnata nella Coppa Italia di A2: venerdì prossimo (ore 15.30) quarti di finale con Treviso alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno.

VIRTUS ROMA-LEGNANO 84-82 (11-24; 32-48; 61-63)
ROMA: Brown 11, Raffa 22, Piccolo, Lentini ne, Maresca 9, Chessa ne, Sandri 10, Baldasso 12, Landi 19, Vedovato. All.: Corbani.
LEGNANO: Navarini, Maiocco 3, Palermo 12, Martini 22, Ihedioha 3, Sacchettini ne, Raivio 34, Tognati ne, Berra, Mosley 8. All.: Ferrari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...