La Virtus Roma batte Rieti 87-72 e blinda i playoff

Un terzo quarto stellare conduce la Virtus Roma alla vittoria contro Rieti. Brown e Raffa fanno la voce grossa ed i playoff sono ormai (quasi) realtà

di Matteo Buccellato

Torna alla vittoria la Virtus Roma, che dopo la beffa di Trapani schianta Rieti 87-72 ed assapora i playoff. Dopo un inizio difficile, con i reatini avanti nel primo tempo ed una Virtus carente al tiro dal campo, Roma ha abbattuto la sua furia sulla squadra di Nunzi con un terzo periodo da 33-10 che ha indirizzato il match verso la via dei padroni di casa. Nell’ultima frazione non cambia più nulla, ma le espulsioni di Benedusi ed il tecnico reatino si aggiungono a quella prematura di coach Corbani, in una gara condotta in maniera inadatta dagli arbitri. Nota di merito al vice Esposito, che dopo la serie playout dello scorso anno contro Omegna, si ritrova nuovamente nelle vesti di head coach e centra un’altra preziosa vittoria. Settimana prossima trasferta a Scafati.

LA PARTITA – Parte forte Rieti che con Sims e Chillo vola sullo 0-5. Raffa apre le marcature per Roma ma Pepper porta i reatini sul 5-10, prima che Corbani prenda il suo primo tecnico di serata. Pepper allunga sul 7-13, ma la Virtus ha una reazione d’orgoglio e firma un parziale di 8-0 che la porta avanti sul 15-13. Sims trova il pari e Zanelli riallunga per il 16-20, ma Roma viene scossa dall’espulsione di coach Corbani in seguito al suo secondo tecnico. Il finale di quarto è a firma reatina, con Pepper che sulla sirena trova la bomba del 19-26. Casini aumenta il divario e Rieti vola sul +10 (19-29), Roma si aggrappa a Brown e con Landi si riporta sul -4 (27-31) ma Sims dall’arco è glaciale per il 27-34. La Virtus reagisce nuovamente e firma un parziale di 9-0, con Brown e Baldasso sugli scudi, che la porta sul 36-34. Ma due triple di un implacabile Sims mandano le squadre negli spogliatoi con Rieti avanti 36-40.
Al rientro in campo c’è solo la Virtus sul parquet: l’1/13 dall’arco del primo tempo è solo un ricordo e Roma fa grandinare triple sulla difesa reatina. Raffa, Chessa, Maresca, Landi: i capitolini sono incontenibili e rovesciano completamente il match, con Rieti nel pallone più totale. Al 30’ la Virtus conduce 69-50. Nell’ultimo quarto ritmi blandi, con Roma che controlla il match e Rieti che non sembra saper opporre nessuna resistenza. Si segnala solo l’espulsione di Benedusi e di coach Nunzi, che raggiunge il collega Corbani negli spogliatoi; la doppia “cacciata” genera attimi di tensione in campo con la tifoseria reatina inviperita. La Virtus Roma vince 87-72 e blinda i playoff.

IL COMMENTO – Basta un quarto alla Virtus Roma per ipotecare il match. Questo dato, se da una parte segnala una partita sottotono nella prima metà, dall’altra evidenzia la solidità di una squadra che con un sussulto sa spazzare via le istanze avversarie. Il merito di Roma è stato rimanere a contatto con i reatini nonostante il penalizzante 1/13 dall’arco che ha animato l’attacco capitolino nel primo tempo. Quando poi la Virtus è riuscita ad invertire questa tendenza, il match è stato capovolto e non è più sfuggito dalle mani della squadra di Esposito, che ha ben sostituito Corbani, espulso nel corso del primo quarto. Raffa (22 punti) continua ad alternare primi tempi impalpabili e seconde frazioni stellari, Brown (18+6) difende con un’intensità mostruosa, Landi (12+12) è ormai imprescindibile. Un Sandri tuttofare ed un Chessa che si accende nel terzo quarto coadiuvano un Maresca che alla distanza scioglie la tensione. L’arbitraggio odierno si segnala tra i peggiori dell’intera stagione, penalizzando entrambe le squadre e causando l’allontanamento di entrambi gli allenatori. E se “perdono” gli arbitri, sicuramente non vince chi vieta l’ingresso al palazzetto di una semplice pezza, solidale con alcuni esponenti del tifo virtussino diffidati da alcune settimane; un fatto, questo, che genera il comprensibile rifiuto della curva capitolina di entrare al palazzetto come segno di protesta. Curioso che invece nessun dispiegamento di forze sia stato posto in essere nei momenti in cui dal settore dei tifosi ospiti sono piovuti in campo oggetti di ogni tipo. La Virtus Roma sale a quota 32 punti ed i playoff ormai sono sempre più una realtà.

VIRTUS ROMA-RIETI 87-72 (19-26; 36-40; 69-50)
ROMA: Brown 18, Raffa 22, Piccolo ne, Lentini ne, Maresca 6, Chessa 11, Sandri 12, Baldasso 6, Landi 12, Vedovato. All.: Corbani/Esposito.
RIETI: Casini 11, Della Rosa, Benedusi, Eliantonio, Zanelli 18, Chillo 4, Sims 21, Pipitone 4, Di Prampero, Pepper 14. All.: Nunzi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...