Musica: 1MNext, Ghigliottina incontra gli Agosta

Al via stasera le fasi finali dell’1MNext, il contest del Primo Maggio che porta sul palco di Piazza San Giovanni di Roma tre tra i migliori talenti musicali. Provenienti da tutta Italia, i 12 semifinalisti si alterneranno al Contestaccio per conquistare così il Concertone. Abbiamo fatto due chiacchiere con Paolo Agosta, fondatore dell’Agosta band

di Graziano Rossi
su Twitter @grazianorossi

Orientarsi nel mondo della musica richiede tanto impegno e tenacia. Una forza che porta a traguardi importanti. Qual è l’esperienza che ricordi con più piacere?
Non riesco a citarne una in particolare perché al pari di importanza ne ricordo tante tra cui il Saturday night live al Rolling Stone di Milano, La data di apertura del nostro tour del 2004 all’Alcatraz, Fiorello che lancia il nostro singolo “Nuove strade” su Radio 2 o la presentazione del nostro penultimo album “Virus” al Festival del Cinema di Venezia nel 2011.

Ecco, adesso anche il rovescio della medaglia. Ci racconti dell’esperienza che invece vorresti dimenticare?
Posso rispondere che mi piacerebbe dimenticare i tanti NO ricevuti uno dietro l’altro negli anni dagli addetti ai lavori e dalle case discografiche.

Secondo te, a cosa un cantautore/gruppo non deve mai rinunciare per affermarsi nel panorama musicale?
Non deve rinunciare alla propria identità per seguire le mode del momento.

La musica però è anche magia. C’è un rituale che accompagna i tuoi live?
Noi come band non abbiamo rituali particolari che accompagnano i nostri live, almeno per ora.

Qual è il messaggio che portate sul palco dell’1MNext?
Se c’è un messaggio che mi piacerebbe portare sul palco dell’1MNext è la positività, nel senso vero del termine e non per arruffianarmi la simpatia della gente. Io credo fermamente nella positività, perché alla fine delle cose di fronte ad ogni situazione anche la più brutta, noi possiamo decidere di affrontarla positivamente o negativamente e decidere di farlo positivamente rende anche la più brutta delle cose più sopportabile.

Che progetti ci sono dopo l’1MNext?
I nostri progetti sono quelli di continuare a produrre musica, produrre video, promuoverli e non interrompere il flusso di lavoro al di là di una meta possibile da raggiungere come il successo professionale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...