Basket: la Virtus Roma batte Ravenna 90-79 e accorcia la serie sul 2-1

Un gigantesco Landi trascina Roma alla vittoria in gara-3 degli ottavi playoff. Ravenna conduce per 2-1, domenica alle ore 18 gara-4

di Matteo Buccellato

©Marta Bandino | Ghigliottina

Successo per la Virtus Roma, che in gara-3 degli ottavi di finale dei playoff di Serie A2 supera Ravenna 90-79 trovando il suo primo successo nella serie, che ora vede la OraSì condurre per 2-1. Dopo un avvio sprint, nel secondo quarto i capitolini hanno visto la squadra di Martino tornare sul -1 prima di riallungare fino al +22 di fine terzo quarto. Nell’ultima frazione qualche distrazione di troppo rischia di costare cara ed i romagnoli si portano fino al -7; sarà uno strepitoso Landi da 27 punti e 12 rimbalzi, già protagonista nel corso dei quarti centrali, a mettere al sicuro Roma. Una serata di buon basket davanti ad oltre 2.000 persone ed un parterre d’eccezione, con Francesco Totti e Radja Nainggolan della Roma e l’ex pilastro della Nazionale di rugby, Martin Castrogiovanni, presenti al Palazzetto dello Sport per assistere al match. Prima della gara premiazione per Alex Righetti, storico ex della Virtus Roma ed argento olimpico ad Atene 2004, che da qualche giorno ha annunciato il ritiro dal basket giocato. Domenica si torna in campo: alle ore 18 c’è gara-4.

LA PARTITASmith apre le marcature ma la Virtus Roma è una furia e trascinata da un dilagante Raffa vola sul 10-2. Brown ingrana e Chessa segna dall’arco: i capitolini si issano fino al 17-5 e Ravenna è già in apnea. Con Sabatini i giallorossi racimolano qualche punto, ma Maresca si registra a referto con due canestri: una persa di Raffa regala a Chiumenti la schiacciata che vale il 26-13 del 10’. Chiumenti e Raschi dalla distanza firmano un parziale di 5-0 per Ravenna in apertura di secondo quarto, ma Roma respira con la tripla di Landi. I ravennati però entrano definitivamente nel match e con un indemoniato Sabatini trovano un altro parziale di 10-0 che li porta sul -1 (29-28). Non bastano due timeout a scuotere una Virtus in totale confusione, che torna a segnare con Maresca dalla lunetta dopo un antisportivo fischiato a Crusca. Roma finalmente si scioglie e nonostante il terzo fallo di Brown firma un controparziale di 11-2 che la riporta in vantaggio in doppia cifra (40-28). Landi è decisivo in ogni parte del campo e trascina i suoi al +16 (52-36) con cui le squadre tornano negli spogliatoi.

Sgorgati dall’arco apre il secondo tempo ma la Virtus risponde subito e vola sul +21 (60-39). Ravenna prova ad accorciare ma non riesce ad andare oltre il -17, con Chessa che dal perimetro è granitico. Brown e Maresca salgono a quota quattro falli a testa, mentre la tripla di Landi chiude il terzo quarto con Roma avanti 77-55. Ma i romagnoli non mollano ed in apertura di ultima frazione, trascinati da Chiumenti, firmano un parziale di 17-2 che spaventa il pubblico virtussino e porta la squadra di Martino sul -7 (79-72). Finalmente arriva il timeout di Corbani e Roma si aggrappa ancora ad uno strepitoso Landi, che la strappa via dalla sabbie mobili (86-74). Gli ultimi sussulti ravennati sono di Sgorbati, con Brown che chiude il match: 90-79 per la Virtus, che accorcia sul 2-1 nella serie.

IL COMMENTO – Una gara-3 diversa dalle due andate in scena al Pala De Andrè, con Roma che oggi ha guidato le operazioni fin dall’inizio ma ha subito più volte il ritorno degli ospiti. Una gara maggiormente ragionata da entrambe le squadre, andata in scena a ritmi più pacati. Un monumentale Landi con 27 punti e 12 rimbalzi trascina la Virtus al successo, con l’ex Trieste e Chessa capaci di scardinare la difesa sul perimetro dei romagnoli (4/6 il primo, 4/7 l’ex Sassari). Raffa entra finalmente nella serie ed è decisivo nei momenti cruciali, mentre Brown (19 punti e 6 rimbalzi, con 8/11 da due) registra un minutaggio inferiore rispetto alla sua media causa falli a carico. Ancora sottotono Sandri, mentre arriva un’altra prova consistente di Maresca che firma 10 punti ed 8 rimbalzi. L’assenza di Marks dà ossigeno agli esterni capitolini, che potrebbero comunque ritrovarsi contro l’ex Tortona in gara-4. Domenica si torna già in campo: per Roma altra gara da dentro o fuori.

VIRTUS ROMA-RAVENNA 90-79 (26-13; 52-36; 77-55)
ROMA: Brown 19, Raffa 17, Benetti ne, Piccolo, Lentini ne, Maresca 10, Chessa 14, Sandri, Baldasso 3, Landi 27, Vedovato. All.: Corbani
RAVENNA: Smith 7, Scaccabarozzi ne, Sgorbati 11, Chiumenti 15, Raschi 4, Masciadri 7, Tambone 10, Crusca 3, Seck ne, Sabatini 22. All.: Martino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...