#Copyrightforfreedom: il diritto d’autore è libertà di espressione

Le associazioni europee degli editori e dei quotidiani lanciano la campagna social #copyrightforfreedom e la petizione sul sito change.org. Il diritto d’autore garantisce la libertà di espressione e promuove l’industria culturale

di Martina Zaralli

copyrightforfreedomCiò che stai leggendo è coperto dal diritto d’autore.

Le mie idee, le tue idee, nel momento in cui prendono forma in uno dei tanti modi nei quali è possibile plasmare la creatività diventano, automaticamente, tutelabili, e tutelate, dal diritto d’autore.

Un insieme di regole, dunque, poste a salvaguardia della libera inventiva, nonché valido incentivo nella diffusione e promozione della industria culturale. Ma, paradossalmente, proprio la nuova percezione di libertà, figlia del digitale, scopre il lato più debole delle prerogative a difesa dell’ingegno: che ruolo gioca, oggi, la Rete?

Se lo chiedi a ENPA e EMMA, le associazioni europee degli editori di quotidiani e periodici, di cui fa parte anche l’italiana FIEG, la risposta è nella campagna social #copyrightforfreedom e nella petizione sul sito Change.org.

Lanciata lo scorso 23 aprile in occasione della Giornata del Libro e del diritto d’autore, in collaborazione con il Consiglio europeo degli editori (EPC)  e la Federazione europea degli editori (FEP), la campagna mira a suscitare una maggior consapevolezza nella collettività, un rafforzamento delle prerogative autoriali come garanzia effettiva della libertà di espressione, in un tempo, il nostro, e in uno spazio, Internet, sempre più identificabili come le coordinate delle aggressioni all’estro, alla proprietà intellettuale.

Non a caso, sempre in concomitanza con la ricorrenza celebrata qualche giorno fa, un sondaggio, svolto da BSA Italia, ha rilevato che nel nostro Paese la pirateria informatica è percepita come reato solo  dal 14% degli intervistati e che il 60% del medesimo campione definisce come normale il download illegale di musica, video, libri e software.

Un tema, quello del diritto d’autore, che divide anche l’Europa. In un’ottica diametralmente opposta, infatti, l’europarlamentare Julia Reda propone un cambiamento radicale delle norme ritenute, ormai, sorpassate.

copyrightLa proposta sostanzialmente riguarda un progetto che spinge verso l’ampliamento delle fattispecie delle eccezioni e limitazioni al diritto d’autore, ossia restringimenti dell’esercizio dei relativi diritti di utilizzazione economica sulla base di giustificazioni che fanno leva sull’interesse pubblico: studio, ricerca, diffusione del sapere.

Torniamo alla petizione. In base a quanto si legge nel comunicato stampa, “i firmatari sottolineano l’importanza di incoraggiare la libertà di espressione insieme  alla libertà di creare e di preservare il valore di ciò che è stato creato: in questo senso, il diritto d’autore favorisce e rafforza la libertà di espressione”.

Si spinge, dunque, per la considerazione, a livello sovranazionale, di un nuovo diritto d’autore che guarda alla remunerazione, o meglio, alla sua effettività, favorendo, altresì, il vero sviluppo dell’innovazione e che, quindi, “rende possibile per gli autori di di guadagnarsi da vivere con il loro lavoro”, sempre secondo quanto dichiarato dalla Federazione europea degli editori.

L’idea è condivisa anche in Italia. Marco Polillo, presidente AIE, Associazione Italiana Editori, il quale si augura che  alla campagna aderiscano quanti più soggetti possibili.

Sebbene, l’attesa per la riforma da parte della Commissione Europea presti il fianco a diverse opzioni, è innegabile, però, che la materia è molto delicata e, nel contesto online, non è certo facile propendere nettamente per una soluzione.

Quello che pare essere chiaro per tutti, è la rilevanza e il  bisogno di rilancio, almeno in Italia, dell’industria culturale; speriamo che  questo sia un valido punto di partenza per il nostro Paese e non solo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...